Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/Garofalo_Antonio_Presley_degli_assi.jpg

Doppietta azzurra nel premio Safe Riding

Non è da tutti esordire a Piazza di Siena con una vittoria. Antonio Maria Garofalo c’è riuscito aggiudicandosi il premio Safe Riding categoria a fasi consecutive (h. 145) che stamattina al Galoppatoio di Villa Borghese ha aperto la seconda giornata dello CSIO di Roma.

In sella a Presley degli Assi il 31enne cavaliere campano trapiantato a Roma è stato artefice di un percorso preciso e veloce chiuso nel tempo di 24.36 secondi nella seconda fase. Alle sue spalle un altro azzurro, l’under 25 Guido Franchi (0; 24.41) con Quixotic D.C. per un successo italiano pieno visto che entrambi erano in sella a due cavalli allevati in Italia.

È stata una vittoria cercata - ha detto Garofalo - e con un pizzico di fortuna è arrivata. Ho ottenuto la carica giusta per affrontare la giornata di oggi con l'impegnativa qualifica del Gran Premio. Presley degli Assi è un cavallo italiano di otto anni ed ha saltato molto bene. Sono le sue prime gare un po’ più impegnative, ma sta rispondendo alla grande. Già ieri abbiamo conquistato la terza posizione nella gara di apertura (Premio n.1 DeNiroBootCo h. 145 ndr) e con la vittoria di oggi ho un’ulteriore conferma del fatto che può essere un ottimo compagno per gli appuntamenti sportivi del futuro".

Terzo in classifica il belga Olivier Philippaerts con Miro (0; 24.57) mentre a completare la ‘top five’ della gara al quarto posto si è classificato Giampiero Garofalo – fratello minore del vincitore Antonio - con Verde Z (0; 24.68) ed Emanuele Gaudiano con Kingston van het Eikenhof (0; 24.75).

 





 

Main Partner

Official Partner

Technical Partner

Safety Partner

Con il Patrocinio di