Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/2019/Premiazione_Next_Generation.JPG

A Piazza di Siena le finali Top Five master Sport Intesa Sanpaolo e Next Generation Intesa Sanpoaolo

Non solo i ‘top riders’ del circuito internazionale sono stati i protagonisti nel campo in erba di Piazza di Siena. Al termine delle gare dello CSIO l’ovale in erba ha infatti ospitato le Finali Top Five Master Sport Bronze-Silver-Gold Intesa Sanpaolo e Next Generation Intesa Sanpaolo.

Le Finali Top Five riservate ai finalisti del Master Sport Master Sport (disputato nelle sue fasi preliminari al Galoppatoio di Villa Borghese) hanno decretato i vincitori di ciascuna delle categorie Gold, Silver e Bronze. Questi i piazzamenti finali:

Gold – categoria H 130
1 - Andrea Ciancico (Sicilia) su Excelle du Bois Madame
2 - Elisa Chimirri su Concardo
3 - Alessandra Pierini (Marche) su Crock’n Roll
4 - Dario Luigi Agosta (Sicilia) su Viskann di Sabuci
5 - Andrea Vitale (Sicilia) su Karat Van de Noordheuvel

Silver – categoria H 125
1 - Lorenzo Lodovini (Umbria) su Navarro La Loi Z
2 - Giulia Bassi (Emilia Romagna) su Be Cool
3 - Silvia Bernardoni (Emilia Romagna) su Cleary
4 - Massimiliano Tomasello (Sicilia) su Flounder
5 - Valentina Osso (Lombardia) su D.M. Consil

Bronze – categoria H 115
1 - Clara Leoni (Alto Adige) su Sintonia
2 - Lisa Gamberini (Emilia Romagna) su Mil Rose del Sole
3 - Alessia Vignozzi (Alto Adige) su Bram
4 - Elena Briglia (Emilia Romagna) su Grandprix
5 - Francesca Zanghi (Alto Adige) con Whitney B

La finale Next Generation Intesa Sanpaolo ha invece visto impegnati i migliori trenta binomi della graduatoria individuale della Coppa del Presidente Intesa Sanpaolo - Trofeo Challenge Bruno Scolari che, anche questa si è conclusa stamattina sul campo in sabbia del Galoppatoio di Villa Borghese, ha visto la vittoria dell’Umbria.

Ad aggiudicarsi la prova individuale è stata la 15enne Alessandra Amelio. Tesserata per la ASD Podere delle Carrozze (istruttore Vittorio Gariani) la giovane amazzone calabrese si è imposta in sella al suo High Tech grazie ad un doppio percorso netto nel tempo di 33”44’.

Completano il podio ‘tutto rosa’ la marchigiana Victoria Omiccioli (Equus ASD, istruttore Andrea Agostini seconda con Vartou (0/0; 33”91’) e la siciliana Giulia Conigliaro (Equitazione Siracusana, istruttore Fabio D’Aquila) terza sul baio Colin (0/4; 32”63’).

I migliori dieci concorrenti della finale Next Generation Intesa Sanpaolo sono stati premiati dal presidente della FISE Marco Di Paola accompagnato da Matteo Fabiani, Responsabile Media and Public Associations Relations Intesa Sanpaolo e Vincenzo Spadafora, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle Politiche Giovanili, rispettivamente a destra e sinistra della foto (FISE/P. Lo Pinto).

Tre giovani amazzoni ai vertici anche nella Categoria Stile Lodovico Nava (classifica estrapolata dalla finale Next Generation Intesa Sanpaolo). Le junior salite sul podio sono state, nell’ordine, Giorgia Brivio (Lombardia; Top Flight Equestrian ASD Giorgia Brivio; istruttore Paolo Sareni) che con Charmeur de Tiji Z ha ottenuto 78.83 punti. Con lei le umbre Beatrice Margiotta (Il Cavaliere ASD, istruttore Mario Papa) seconda con Charlotte Romagnolo (74.67 punti) ed Elena Datti (Horses Le Lame Sporting Club, istruttore Leonardo Cardarellari) con Nebbia delle Schiave (68.17 punti).

Tornando alla Coppa del Presidente Intesa Sanpaolo - Trofeo Challenge Bruno Scolari la squadra dell’Umbria - composta da Sean Mascenti su Nodoubt Z, Elena Datti su Nebbia delle Schiave, Caterina Vanni con Lallanovak e Beatrice Margiotta su Charlotte Romagnolo e capitanata da Salvatore Prete - ha concluso con una penalità e 464,34 come somma dei tempi, ed ha ottenuto la sua prima vittoria in questa importante competizione giovanile.

Ben quindici le rappresentative regionali Under 21 in gara. Tra queste la seconda posizione è andata alla Liguria (capo equipe Angelo Bollino, squadra composta da Giulia Oneto su Okita Louvo, Francesca Torre su Everest, Lorenza Poirino su Iliaz vd Guldennagel e Francesca Modaffari con Souchka du Lys) con 4 penalità e 444,75 per il tempo complessivo. Terza piazza, infine, per la Sicilia (team guidato da Filippo Lamantia e squadra composta da Marianna Pia Bracchitta su Olimpix, Giulia Conigliaro su Colin, Elia Azzaro con Ira di Nicoletta, Daria Zuccaro con Betty van de Helle e Enrico Sebastiano Cocuzza su Basil) che ha chiuso con 5 penalità e 459,60 come totale dei tempi.

Main Partner

Official Partner